lunedì 19 novembre 2007

Un giorno che non sia importante

"Non esiste nella vita di nessuno un giorno che non sia importante". Così avrebbe detto, o scritto, tale Alexander Woolkott, critico e giornalista statunitense della prima metà del '900 (almeno secondo Wikipedia). A prendere sul serio questa frase, la vita ne uscirebbe capovolta. Quante giornate passano via senza memoria, senza significato, senza attesa. Se invece uno iniziasse il proprio giorno nell'attesa fiduciosa di qualcosa di importante - magari solo un volto, un gesto, una parola -avremmo un altro sguardo la mattina, e un altro cuore. Dacci oggi il nostro pane quotidiano.

3 commenti:

il moralista... ha detto...

... quanto sai farmi sentire una m.... tu ultimamente. Bravo!
:)

Alessandro Iapino ha detto...

sia chiaro, ho usato apposta il condizionale: se invece uno iniziasse...coltiviamolo come un desiderio

Alessandro Iapino ha detto...

sia chiaro, ho usato apposta il condizionale: se invece uno iniziasse...coltiviamolo come un desiderio